Asian Dub Foundation plays THX 1138 di George Lucas

Asian Dub Foundation plays THX 1138 di George Lucas
INAUG. BFM 38

Genere: Fantascienza, Dramma, Mistero

Regia: George Lucas

Con: Robert Duvall, Donald Pleasence, Don Pedro Colley, Maggie Mc Omie, Ian Wolfe, Marshall Efron, Sid Haig, John Pearce, Irene Cagen, Gary Alan Marsh, John Seaton, Eugene I. Stillman, Jack Walsh, Mark Lawhead

Durata: 86

Lingua: Italiano

Trama: Per inaugurare la 38a edizione di Bergamo Film Meeting, gli Asian Dub Foundation presentano dal vivo, e in anteprima per l’Europa, una nuova colonna sonora per THX 1138 (L’uomo che fuggì dal futuro, 1971), sci-fi di George Lucas, al suo debutto alla regia: uno scenario distopico, ambientato in un cupo futuro post apocalittico, ben lontano dall’universo di Star Wars. La band accompagna il film con una performance brutale, affascinante, densa e feroce, trasportandoci in un mondo asettico, fatto di farmaci stabilizzanti dell’umore e negazione dei sentimenti, ma dove due cittadini osano ribellarsi al sistema. Da oltre 25 anni, gli Asian Dub Foundation hanno fatto del proprio sound, capace di combinare sonorità eterogenee, da quelle elettroniche al reggae fino ai ritmi tradizionali indiani, il proprio marchio di fabbrica. Britannici di provenienza ma multiculturali di origine, sono una delle band più attive ed emozionanti del pianeta, nonché molto impegnate a livello sociale. THX 1138 (L’uomo che fuggì dal futuro, USA, 1971, 86’) Un potere impersonale e irraggiungibile ha irregimentato uomini e donne, assegnando a ciascuno di loro un numero di matricola simile a quello di una targa automobilistica e costringendoli a vivere sotto il controllo di un grande computer e di agenti robotizzati. THX 1138 e LUH 3417 si innamorano. Ma il potere non lo tollera. Primo lungometraggio della carriera del celebre regista statunitense, presentato alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes del 1971. Opera dal carattere sociologico, prodotta da Francis Ford Coppola, THX 1138 ha acquisito lo status di cult nel corso degli anni e la colonna sonora inquietante e minimalista di Lalo Schiffrin viene ora rimescolata dal vivo in una fusione di ambient, punk, ritmi elettronici, reggae, bhangra e hip-hop, rendendo i suoi caratteri ancora più travolgenti: sorveglianza, oppressione, controllo dei dati, rapporti umani ridotti. Una visione più che mai attuale. Le informazioni per l’acquisto dei biglietti della serata inaugurale saranno disponibili sul nostro sito. La realizzazione di parte dell’evento è coperta dalla raccolta del 5×1000 2017 donato all’Associazione Bergamo Film Meeting Onlus.

Seleziona un orario
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.